Spaghetti al nero di seppia e verdure

Spaghetti al nero di seppia e verdure

La ricetta di spaghetti al nero di seppia e verdure è un primo piatto in cui i teneri bocconi di pesce ben si accompagnano alle croccanti verdure colorate.


Dalla quantità di inchiostro di seppia utilizzato per la preparazione dipenderà l’intensità del colore nero del condimento; nel nostro caso è stata usata una grossa seppia e solo la sua sacca di inchiostro ma la dose è variabile in base alle preferenze di gusto e di vista.

In alternativa agli spaghetti, se si desidera un formato di pasta di spessore maggiore, si possono utilizzare i troccoli pugliesi, fatti di semola di grano duro, che risultano gradevolmente consistenti.


Spaghetti al nero di seppia e verdure

Spaghetti al nero di seppia e verdure
Ingredienti
(x 4 persone)

½ peperone rosso
1 costa di sedano
1 carota media
cipolla
aglio
olio extra vergine di oliva
500 g seppia fresca con inchiostro
vino bianco
passata di pomodoro
sale
280/300 g spaghetti
paprika dolce o prezzemolo tritato

Pulire e spellare le seppie, conservando le vescichette con l'inchiostro, lavarle bene sotto acqua corrente quindi tagliare le sacche a losanghe della larghezza di un dito e  di circa 3 o 4 cm di lunghezza e ridurre i tentacoli a pezzetti più o meno delle stesse dimensioni. Mettere da parte.

Mondare e lavare le verdure e tagliarle a fette sottili con un coltello affilato.

Scaldare 3 0 4 cucchiai di olio in una pentola antiaderente e farvi rosolare uno spicchio d’aglio fino a quando comincia a prendere colore quindi unire le verdure e farle cuocere, mescolando di tanto in tanto, fino a quando saranno ammorbidite, regolare di sale e togliere l’aglio.

Prelevare dal tegame circa metà delle verdure e tenerle da parte; a quelle rimaste aggiungere le seppie a pezzetti e farle rosolare a fiamma vivace per qualche minuto mescolando spesso fino quando si saranno quasi asciugate, sfumare con mezzo bicchiere di vino e lasciarlo evaporare.

Unire un bicchiere di passata di pomodoro, abbassare la fiamma al minimo e lasciar sobbollire per circa 30 minuti a tegame coperto.

Svuotare le vescichette di inchiostro nel sugo, incoperchiare di nuovo e proseguire la cottura per altri 30 minuti o fino a quando le seppie saranno tenere.

Qualora il sugo risultasse troppo liquido togliere il coperchio e farlo restringere a fuoco vivace, mescolando spesso; se tendesse invece ad asciugare aggiungere qualche cucchiaio di acqua.

A cottura ultimata unire le verdure tenute da parte meno  4 cucchiai che serviranno per la guarnizione.

Lessare gli spaghetti in acqua bollente salata, scolarli al dente, trasferirli nella pentola e amalgamarli al sugo preparato.

Impiattare la pasta, guarnirla con una cucchiaiata a testa di verdurine cotte, spolverizzare di paprika o di prezzemolo tritato e servire subito.


Altri post che ti potrebbero interessare:

Lasagnette di grano duro con vongole e bacon

Pesce spada all'agghiotta

Polpettone di fagiolini e patate alla ligure

Crostata divina al cioccolato e nocciole

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...